Da

Martedì 24/08/2021

A

Sabato 28/08/2021

Difficoltà

Intermedia

Costo per persona

465,00

Acconto del 15% per confermare l’iscrizione; saldo 45 gg prima della partenza
Posti limitati, massimo 8 partecipanti
Conferma immediata
Paga con carta di credito, PayPal, Satispay o bonifico
Questa attività è organizzata da:

La quota comprende

  • Tutti i pasti (colazione e cena), esclusi vini e altre bevande.
  • Pernottamenti in camera multipla.

La quota non comprende

  • Trasporto da e per il punto di partenza.
  • Vini e altre bevande.
  • Tasse di soggiorno se previste.
  • Tutto quanto non indicato esplicitamente nella sezione "la quota comprende".

Il Monviso, riconosciuto dall'UNESCO come Riserva della Biosfera, è giustamente considerato il "Re di pietra" per la sua grande mole e quota (3.841 metri) che, unita alla mancanza di montagne di pari altezza nelle vicinanze, lo rende visibile a distanze notevoli. È una montagna davvero splendida, degna di un tour nelle valli che lo circondano.

Programma in sintesi

1° giorno Pontechianale – Rifugio Vallanta

Incontro con la guida a Castello, piccola frazione di Pontechianale, e partenza per il giro del Monviso classico: risaliamo il bellissimo vallone Vallanta fino a raggiungere il rifugio omonimo a 2.458 m, posto sulla parete ovest del Monviso: cena e pernottamento.

2° giorno Rifugio Vallanta – Rifugio Viso

Dopo la colazione riprendiamo il nostro cammino che dal rifugio Vallanta sale verso il passo di Vallanta 2.811 m; discesa sul versante francese e arrivo al refuge Viso a quota 2.460 m, cena e pernottamento.

3° giorno Rifuge Viso – Buco di Viso – Rifugio Giacoletti

Da qui parte il sentiero che porta al colle delle Traversette a quota 2.950 m; a pochi metri dall’ultima rampa verso la cima c’è l’accesso francese al Buco di Viso, il primo tunnel alpino della storia, voluto dal Marchese Ludovico II, terminato nel 1480. Era alto due metri, largo tre e consentiva il transito di muli e asini caricati sul dorso e sui fianchi: oggi misura 75 metri di lunghezza. Lo scavo è molto probabilmente stato effettuato con una tecnica mineraria utilizzata per secoli che consisteva nel surriscaldare la roccia col fuoco e nel raffreddarla quindi bruscamente con acqua e aceto. Si prosegue sulla bella mulattiera, finché si incontra un bivio per il cosiddetto Sentiero del Postino. È un sentiero molto bello che taglia un parte scoscesa della montagna. Al termine del sentiero inizia la ripida ascesa al rifugio Giacoletti posto a quota 2.741 m; cena e pernottamento.

4° giorno Rifugio Giacoletti – Rifugio Quintino Sella

Dopo la colazione dal rifugio Giacoletti si scende verso i laghi di Fiorenza e Chiaretto che si affacciano ai piedi della parete nord est del Monviso; risaliamo la morena fino al Colle di Viso a 2.650 m, breve discesa sino al rifugio Quintino Sella, imperante a quota 2.640 m. Cena e pernottamento.

5° giorno Rifugio Quintino Sella – Castello (Pontechianale)

Dopo la colazione aggiriamo il bel lago Grande di Viso a 2.590 m, attraversiamo tutto l’altopiano erboso e raggiungiamo il passo Gallarino (2.727 m) e il passo di San Chiaffredo posto a 2.764 m con le caratteristiche pietre disposte in verticale. Discesa al Passo dei Duc, passaggio nell’omonimo vallone e rientro a Pontechianale. Fine dei servizi.

Difficoltà intermedia

L'itinerario non presenta difficoltà tecniche, ma richiede una media abitudine all’attività fisica per poter mantenere il passo del gruppo.

Info utili

Incontro: 08:00
Numero minimo partecipanti: 6
Numero massimo partecipanti: 8
Cani non ammessi
Il programma potrebbe subire delle modifiche dovute all’indisponibilità dei servizi. Inoltre, in presenza di condizioni meteo e di sicurezza non ottimali, sarà cura della guida riconfermare di giorno in giorno gli itinerari previsti da programma.

Cosa portare

  • Indumenti sportivi “a strati” (intimo in tessuto traspirante, strato intermedio tipo pile, guscio/giacca impermeabile per proteggere da vento e pioggia)
  • Berretto e guanti
  • Cappello da sole
  • Occhiali da sole
  • Crema solare
  • Calze da escursionismo
  • Scarponi da escursionismo
  • Scarpe comode per il tempo libero
  • Bastoncini da escursionismo
  • Borraccia (minimo 2 litri)
  • Kit per l'igiene personale
  • Piccola farmacia personale
  • Sacco a pelo
  • Zaino (consigliato da 35 litri)
  • Macchina fotografica
Richiedi altre informazioni

Punto di incontro

Appuntamento alle 08:00 presso il parcheggio a valle della frazione Castello di Pontechianale Indicazioni stradali

La guida

Martha Consolino

Martha è una grande appassionata di montagna. La frequenta in tutte le stagioni, dallo scialpinismo d’inverno all'alpinismo e escursionismo in estate. Ora che è diventata accompagnatore di media montagna, nuova figura professionale che fa parte del collegio delle guide alpine, finalmente ha trasformato la sua passione in lavoro e può scorrazzare su e giù per le montagne cuneesi facendole scoprire a chi decide di vivere con lei un’esperienza.

92 valutazioni partecipanti
Vedi tutte le sue attività